Mini Sondaggio: Le Reunion delle HC bands degli anni 80

Voglio sondare velocemente il terreno delle REUNION che stiamo vivendo noi fanatici dell’ accacì dei tempi d’oro, quello nato ed esploso tra i primi e gli ultimi anni ’80 (diciamo in italia tra l’82 e l’89, con i 7″di riferimento quali Indigesti/Wretched dell’82 e SempreInBilico dei Negazione dell’89, appunto). Questo perchè unito all’entusiasmo di quelli come me che cercano di non perdersi i fantasmi del passato dal vivo anche se nel 2012( spesso perchè non visti in quegli anni causa troppo minore età…) vi è anche il malumore o l’indifferenza di chi boicotta volontariamente questi eventi revival per diversi motivi…e sono questi ultimi che vorrei conoscere. Proprio per il fatto che non partecipate alle riaggregazioni di questi 45/50/55enni nostalgici. Insomma , è per via della patetica nostalgia? Tanto è impossibile dire che lo si faccia “per battere cassa”, visto che più di tanto il cachet non può essere oneroso,poichè i clubs o gli squats non strapagano qui da noi (meno male, mi viene da pensare). E’ per l’assenza di grinta tipica dell’età adolescenziale? E’ per la questione anacronistica ?(a riguardo la frecciatina è: ma gruppi validi contemporanei non ce ne stanno quasi, si contano sulle dita di una mano!)

Scrivete cosa pensate qui sotto, clickando su Reply oppure con una mail a info@tadcarecords.org   .Chi vuole continuare con il mio brainstorming solito,ecco il rush finale, senza meta….

Un’impressione lampo e poi vi lascio scrivere a voi i pensieri in merito: sono rimasto shockato da quanta bolgia ha accolto i PEGGIO PUNX nella loro città natale; laggiu’,ad alessandria,qualche mese fa suonarono in casa questi storici punx e fecero  piu’ che pienone,tant’è che la gente non ci stava tutta; il Laboratorio Sociale dovette optare per il doppio concerto nella stessa serata, per non escludere nessuno. La coda era una ressa tale che per il primo turno alla cassa fecero pagare i 7 euro d’entrata, poi visto che i contanti esplodevano dal contenitore e il pubblico all’esterno spingeva e si insultava e menava per entrare fu abbandonata la postazione e fatta entrare la seconda ondata,dopo aver atteso l’uscita di almeno meta’della prima…emozionante, non ci si stava fisicamente! L’entusiasmo era alto sia per i veterani,coetanei dei componenti della band, che per i giovincelli punk (interessanti insulti tra le 2 ‘fazioni’: i kids pretendevano precedenza,quasi si sentissero più punk, cosa che esteticamente ostentavano con toppe dei gruppi giusti,borchie,bandane e creste o spike colorati; in virtù dell’assioma che l’abito non fa il monaco -ed è un abito,quello punk,che spessissimo si indossa da teenagers per poi finire nella pattumiera con l’età adulta- appunto ,dicevo,i vecchi saggi risposero a tono a codeste provocazioni, argomentando  sbrigativi e risolutivi “vaffanculo,manco sai cos’è(stato)il punk”, “ragazzino coglione”,”cresci”,”ma se bevi ancora il latte!” ,contro gli efficaci perchè fastidiosi “levati dal cazzo fighetto”,”torna a dormire vecchio”,”il tuo posto è l’ufficio” dei kids.  Quindi ho subito dedotto che i ragazzini giovani rispettano e cagano solo quelli che come loro indossano la divisa politically e musically correct, che è segno di appartenenza al circuito punkhc,secondo loro,senza stare ad approfondire troppo la consistenza dell’attitudine e della personalità dell’individuo. Un po’ allo stesso modo chi era vestito ‘normalmente’,in modo socialmente accettato da chiunque(tranne dai punk 18enni!) inquadrava precipitosamente come modaioli chi indossava la divisa punk77-da-manuale(con tutte le sfumature crust,hc,grind,political ecc..). Ad ogni modo 2 concerti in 1, e tanta ressa così per i Peggio(già)Punx è forse attribuibile al fatto che era l’unica data,una sorta di festa di compleanno del gruppo che non c’è più( compiva 30 anni).

Anche gli INDIGESTI compiono 30 anni, e si sono riuniti adesso. Io li ho visti a torino pochi giorni fa,nella loro terza data dopo milano e bologna,credo. Forse anche per questo non c’e’ stata la stessa risposta di pubblico che invece io sinceramente mi aspettavo…tanti vecchietti in non-uniforme e pochi kids in divisa punk-con-tutti-i-crismi. Strano! Ho sempre pensato agli Indigesti come gruppo di grande spessore e di grandissimo richiamo in quanto a pubblico.Tanta gente ma non troppa.Grande scaletta,tra Sguardo Realtà e Osservati Dall’Inganno, capolavori riconosciuti internazionalmente. Ma la grinta di allora non c’è più, non può più esserci, nè da parte del pubblico nè da parte della band. Tutti sapevamo i testi a memoria,che per di più sono stati cantati in modo più orecchiabile e nitido, senza voce ricercata, modulata o contorta.Salutiamo l’old school, con un addio..

Una cosa bisogna dirla: di tutti questi gruppi i pezzi rimangono indimenticabili e per forza di cose sempreverdi. In quegli anni il foglio era ancora bianco,e  tutti potevano sbizzarrirsi con riff,ritmiche e testi originali, cose mai sentite prima, che in futuro avrebbero potuto essere solo evocate(bene) ed emulate(male). Ecco lo spirito con cui sono andato, con lo spirito dell’originalità  che continua ,che viene riproposta 30 anni dopo, così come continua a passare inesorabile il tempo a disposizione per esprimere un qualcosa di interessante con un preciso genere o stile quale l’Hardcore Punk. Cose che non torneranno mai, non possono tornare…Venerdì 21 tornano a torino altri fantasmi del passato: i Blue Vomit, ma sta volta mi tocca paccare( i NERORGASMO a ElPaso, sebbene senza Luca Abort, come per i BlueVomit, me li godetti assai, invece…uno storico pienone esplosivo!)

ok…vi ho tediato abbastanza?

12 thoughts to “Mini Sondaggio: Le Reunion delle HC bands degli anni 80”

  1. Solo stronzate. In Italia l’invidia non morirà mai.

    A me non frega nulla del parere di voi pseudo-critici falliti, perchè
    alla fin fine lo siete, anche e proprio mentalmente

    All’estero si sono riuniti tutti. E la gente va ai concerti e si diverte!

    Qui da noi i soliti incapaci vanno a cercare il pelo nell’uovo….
    le reunio ci sono ovunque e fanno bene alla musica, visti anche
    i tempi “piatti” in cui viviamo.
    HC Forever

  2. E’ come dire che Jesse Owens è un velocista più forte di Bolt perchè correva nel 1936, anche se più piano…poi, ovviamente, nella musica c’è anche la componente artistico/creativa/sociale etc etc, quindi il paragone di cui sopra regge fino a un certo punto…L’unica soluzione (per nessun problema, poi) sarebbe scindere la valutazione in 2 parti, andando a valutare: 1) la statura, l’importanza del gruppo sia nel contesto in cui è vissuto sia storico (ci sono gruppi diventati fondamentali a posteriori!)
    2) la “bravura musicale” tout court, ed allora sì che gruppi di oggi, che magari non diventeranno storia, possono dire la loro e spaccare i culi.
    E poi c’è l’originalità, volendo, e qui certo che “chi viene prima meglio alloggia”, e nessun hardcorer di oggi inventerà nulla di nuovo…anche perchè se inventasse qualcosa di nuovo, non sarebbe più hardcore, ma qualcos’altro, ed allora il gruppo di oggi non sarebbe colui che copia il passato, ma colui che sarà copiato in futuro, e la diatriba ricomincia…
    Quindi cosa vogliamo fare/dire/proporre?

    Le reunion hanno luogo per diversi motivi (soldi/fama/nostalgia/riavvicinamento tra i membri,…), ma avranno sempre e solo senso se chi sale sul palco sarà in grado non dico di spaccare tutto, far rivivere il passato etc etc, ma almeno dare prova di saperci ancora fare.
    E tanti gruppi non sanno/non vogliono fare autocritica e “autovalutazione” prima di salire sul palco, o la fanno e se ne sbattono.
    Un gruppo riunito può sembrare un 50enne nel pieno delle forze, vivo e propositivo, ma può anche sembrare uno di quelli che si dipingono i capelli con lo spary per nascondere la calvizie, o che si fanno il riporto da orecchia a orecchia, e le lampade, e si mettono i vestiti ggiovani per sembrare tali…
    Da una parte i gruppi, e ne abbiamo parlato fin troppo. Ma il pubblico?
    Per dare un senso alle reunion anche il pubblico deve fare la sua parte. Per me un errore frequente è questo: credere che le reunion servano a colmare il vuoto musicale di oggi, come se i gruppi storici fossero dei “messia del passato” tornati a “farci vedere come si fa”. Un altro errore è quello di essere disinformati: non conosco i gruppi di oggi, ma do per assunto che la scena di oggi sia sottotono ed allora non aspetto altro che andarmi ad ascoltare gli INPSNerorgasmo…riempio Il Paso, sono contento e quando suonano gli Attrito o chi per loro non mi scomodo.
    Boh, credo che il succo sia questo.

  3. Premettendo che non ho letto tutto l’articolo e che io alle reunion ci vado anche (le ultime Nabat, Kina, Blue Vomit per citare le ultime viste), mi permetto di rispondere alla frecciatina ‘gruppi validi contemporanei non ce ne stanno quasi, si contano sulle dita di una mano!’

    Attrito-Congegno-La Prospettiva-Minus Tree-The Memory-Strange Fear-Straigh Opposition-Face Your Enemy-Mud-RFT-Only For Us-Origod-Strenght Approach-Da4th-Plakkaggio HC-Carlos Dunga-Tear Me Down-Antitest

    a me non bastano 2 mani. Questi per me sono tutti gruppi più che validi, nonché attivi.

    1. ciao hcessese, non posso che essere d’accordo su alcuni gruppi contemporanei che hai citato riguardo la loro bravura…anche a me piacciono Attrito, Rft e mooolti altri. Pero’ non diventeranno storici come Negazione, Indigesti o PeggioPunx negli anni 80. Questo perche’ sono quasi delle emulazioni, o meglio dire ri-evocazioni di cio’ che Storia è stato! giusto?

    2. carissimi! sono contento chr il mini sondaggio in merito alle reunion dei gruppi hc punk nati nell’80 abbia ricevuto messaggi ossia stimoli per dire la propria….ho lettto che qualcuno consiglia di piantarla li’, di non montare sempre polemiche stile ideologiche su cosa sia eticamente sano e cosa no. A me personalmente interessa dire la mia ,visto che davvero invidio chi ha piu’ anni di me ed e’ riuscito a vedersi le fondamenta hc italiche nell’epoca ‘giusta’, nei tempi d’oro, nei concerti in cui la rabbia e la grinta strabordavano, e il posto era imballato tanta era la risposta del pubblico ( di norma ho l’immagine di un concerto sudato e euforico, mentre spesso negli anni 2000 ho assistito a vere e proprie audizioni in cui la gente ,lontana dal palco, rimaneva a braccia conserte, quasi a dire: tutto qui? gia’ sentita sta roba,e fatta meglio. Io per primo se non sono piu’ che sbronzo non cago certi gruppi di adesso, che reputo cloni dei cloni: a sto punto meglio una cover band addirittura).
      Eppoi nessuno potrà convincermi sul fatto che vinili come OsservatiDall’inganno e LoSpiritoContinua o ancora AttraversoL’involucro abbiano dei validi corrispondenti contemporanei…e’ vero Attrito Congegno e la scena trentina, Rft, Hobophobic e LamaTematica e tanti altri sono gruppi spaccaossa odierni. Ma purtroppo sono rimasto folgorato sulla via di Damasco quando, da brufoloso metallaro, ascoltai i primi dischi di hc datato anni 80 (kina,wretched,indigesti,negazione,peggiopunx,impact,nerorgasmo,ma anche gli eredi anni 90 tipo frammenti e bellicosi, ovvio).
      La fiamma della passione per quello che si fa e che si suona mi sembra flebile stanca e a volte infastidita da esigenze di mercato, per cui odio le reunion finalizzate al battere cassa. Questo è il vero fallimento: autoproduzione significa(va) ben altro.
      Grazie delle risposte, ripeto, continuate cosi’!
      info@tadcarecords.org

  4. well, i am belgian, enjoyed so much your italian old school band called indigesti, so nice to our crew….yeah, its about 30, i say thirty years latere, again, for you audience, us fanatics, them critics bullshitwriters-with-no-thing-bettere-to-do-……just like if u dont mind dont say bad judges, just dont be in the pit, thy won’t cash in they dont care even if they dont could not afford or expect…i hope its just fun. klar johnaton liege, belgium, northern europe antinowhere league crew!

    1. u wrote evrything. no need 2 add no thing. call me for uior next nstlgia’s concert with your old friends, old dear cold never-talking-never-having-fun- friends of yours, in the club because of other people’s nostalgia( contagious stuff) c u never again i am pretty young

  5. Non posso che essere d’accordo con te Alan ..molto bravi gli indigesti ma sono uscito dal concerto con un leggero amaro in bocca (o un amaro sorriso..??!)..sarà che mi aspettavo uno united stracolmo..sarà che ero stanco morto che la notte prima i miei pupetti non mi hanno lasciato dormire, sarà che ho visto uno sbirro tutto preso ad ascoltare il concerto ..bho i peggio punx mi hanno preso molto ma molto di più ..ma è stato anche il pubblico che ha contribuito all’ottima serata alessandrina. Concerto dell’anno PEGGIO PUNX. Ben vengano le reunion.
    12 dicembre 1992 visto al paso il mio primo concerto dei kina domani sera 21 dicembre concerto di addio (dopo 30 anni) dei kina allo united.
    Loro ad ogni concerto regalano sempre forti emozioni!!!

    1. eh eh tante cose che convergervano verso la direzione sbagliata: veterani sicuri del loro live show( si parla dell’ oodiensss…) senza danni ,….visto e fatto passare da lontanuccio, in spazi volontariamente seeeif, veri veri seeif mai freend, dont uorriii, trast mi meenn, i nou wuot aim tolkin ‘ebaut, i rilly duu mai frrend, iu nou uot am saiiiiing???? eppero’ gli indigesti son sempre un gruppo che non si presenta innominabilmente e allultimosecodemente, infattamente! chissa’ se al CGBG, se ci fosse ancora adesso, senza quei vestiti di marca davanti, a coprire i fliers appiccicati, non copribili stile tutela di opere storiche, vincoli di protezione alla nonsitoccaperche’senoipunksdekpassato,chehannoormaiistruitolagenerazionedopo,farebbeunbordellosimile alla sovraintendenza alle belle artri,richiamata al giudiziio protettivo verso l’opera artistico-sovversiva della frangia artistico sovversivo di chhi vuole esporsi con note violente e testi scomodi pur perseguendo uno stile di vita piu’ rilassato ed assopito del ” noi siamo la minoranza ma non per questo ci arrenderemo mai a lottare contro la legge e le aasurdemoralidiquesto…fottuto sistema!!! uan ciu’ uan ciu’ fri fooor!!!!!!! ….eccooo il sondaggio di stanotte rivisitato……hai un 7″appetibile che cita sul retro….:NON PAGARE PIU’ DI 2000…LIRE”…..certi dicono pure,,,,,,’SE LO TROVI IN UN NEGOZIO….RUBALO!……CAZZI TUOI SE IL BOTTEGAIO E’ UN SEGUACE HARDECORE COME TE….FALLO RUBARE AL TUO AMICO CHE NON L’O’ CONOSCE, O SOLO DI VISTA ALMENO! E NEL commercio…..no confidenza…o sei sotto!!!!!….quindi….non piu’ di 2000….lire…ugualo…. manco 2 euri…..eppoi e’ rigato……famme uno e cinjuanta, 75 cent pergli indie 75 pe’ i wretchhee….che se sente maluccio,fra!

  6. secondo me non hanno senso le reunion hc old skull propio perchè non c’e + lo spirito . ogni cosa a suo tempo, un tempo per ogni cosa…miki82

    1. Ragazzi….ma basta con le stronzate.
      Andiamo ai concerti, abdiamo a vedere i grandi gruppi,
      usciamo di casa e stacchiamo dal computer.
      Non vorrete mica fare la fine dei falliti……..
      basta con ste minkiate!!!
      Ai concerti, alzate le kiappe!!!

Leave a Reply

Your email address will not be published.