Iridi Stanche : musica e testo dell’inedito dei CGB

 

TESTO:
Quando cambiano i tuoi occhi cambi tu
Tizzoni ardenti o superfici fioche e opache
Ciò che traspare dai contorni di quelle fessure ridotte a spilli
È una quotidiana sopraffazione mal celata come gelida disinvoltura e disprezzo
Qua nessuna scelta
Sentenza estrema per ogni senso vivido
L’ ergastolo di ogni coscienza assiderata
Ciò che traspare dai contorni
Quando cambiano i tuoi occhi cambi tu e le definizioni dei tuoi stanchi lineamenti
È una papilla gustativa insensibile sopra una lingua biforcuta
Sentenza estrema per ogni senso vivido
Quando cambiano i tuoi occhi cambi tu
Perso è ogni contatto
Ciò che è stato più non è
Il peso delle iridi stanche annienta le forme e i suoi colori

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.